.
Annunci online

  vcoblog politica, cultura, società ... dalla Provincia del Verbano Cusio Ossola, a cura del Partito Democratico
 
Diario
 


Blog a cura del Partito Democratico  

del Verbano Cusio Ossola

Via roma 24, 28921 Verbania Intra

Tel 0323 401272, Fax 0323 403387

pdemvco@gmail.com 

John Belushi è vivo e sta bene !!

 


4 febbraio 2008

IL BLOG SI FERMA... NASCE IL SITO DEL PD

Dopo quattri anni e mezzo, e con quasi 50 mila contatti, chiude questo blog.
Nessuna dismissione, semplicemente abbiamo aperto il nuovo sito del Partito Democratico del Vco, e tutte le nostre idee ed energie si sono "trasferite" in questo nuovo spazio.
Troverete sul sito aggiornamenti quasi quotidiani, notizie, documenti, proposte ed idee....
Grazie a chi in questi anni ci ha seguito e su(o)pportato.

Clicca qui e la storia continua... 
 www.partitodemocratico.vb.it


ciao
alberto nobili
(curatore del blog)
esecutivo PD Vco




permalink | inviato da vcoblog il 4/2/2008 alle 14:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


28 gennaio 2008

INCONTRO PUBBLICO SULLA NUOVA LEGGE REGIONALE DELLA PIANIFICAZIONE PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO

Si è avviato, con le consultazioni della Seconda Commissione del Consiglio Regionale, l'iter sul D.D.L regionale “Legge della pianificazione per il governo del territorio”, normativa importante ed attesa da tempo che avvia un procedimento nuovo nella gestione del territorio.
Al fine di avviare un momento di confronto sui contenuti della suddetta legge, si svolgerà un incontro pubblico, organizzato dal Gruppo Regionale del Partito Democratico, che avrà luogo Giovedì 31 gennaio 2008, alle ore 21 presso il Forum di Omegna.

Partecipano all’incontro Aldo Reschigna e Marco Travaglini Consiglieri Regionali del PD




permalink | inviato da vcoblog il 28/1/2008 alle 10:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


28 gennaio 2008

IL GRUPPO DEL PD A DOMODOSSOLA

Convocata una conferenza stampa per giovedì 31 gennaio alle ore 14,30 presso la sede del partito democratico in corso Dissegna a Domodossola. All'ordine del giorno la costituzione del gruppo consigliare del Partito Democratico, la designazione del capogruppo e la presentazione dell'attività politica che il gruppo ed il partito insieme avvieranno nella città di Domodossola.




permalink | inviato da vcoblog il 28/1/2008 alle 10:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


23 gennaio 2008

NASCE IN PIEMONTE L'AREA POLITICO -CULTURALE DEL PD "SINISTRA PER".

Con una assemblea pubblica svoltasi venerdì sera 11 gennaio a Torino, è nata in Piemonte l’area politico-culturale del Partito Democratico "Sinistra Per", sulla base di un breve appello programmatico firmato da consiglieri regionali, provinciali e comunali, amministratori locali, dirigenti del PD.
Tra i firmatari i consiglieri regionali Roberto Placido, Marco Travaglini, Massimo Pace, Giorgio Ferraris, Wilmer Ronzani, Paola Pozzi, i sindaci di Collegno e Settimo Torinese Silvana Accossato e Aldo Corgiat, il vicesegretario regionale Roberto Tricarico e i membri della segreteria regionale Rita Rossa e Tina Pepe, i segretari del PD di Torino Carlo Chiama e della Provincia Caterina Romeo, il responsabile provinciale enti locali Alessandro Di Benedetto, il vicepresidente della Provincia di Torino Sergio Bisacca e gli assessori provinciali Angela Massaglia e Giorgio Giani, i consiglieri provinciali Stefano Esposito, Pino Sammartano e Patrizia Rubiola, i consiglieri comunali Luca Cassiani ed Enzo La Volta, i presidenti di circoscrizione Piero Ramasso e Pierpaolo Maza, gli Assessori del Comune di Moncalieri Elena Fissore, Noemi Gallo e Vincenzo Quattrocchi, il vicesindaco di Candiolo Valter Molino e il vicesindaco di La Loggia Giuliano Venturi.
Conclusa la prima fase di elezione dei dirigenti locali del partito, “ora è tempo di idee, programmi e azioni concrete di governo”, si legge nel documento. “Le questioni sociali e istituzionali vanno affrontate con rapidità ed efficacia se vogliamo che la politica esca dalla grave crisi in cui sì trova”.
“La parola sinistra ha ancora un valore. Il PD può dare risposte di governo sulla base dei valori fondanti del riformismo sociale, democratico, laico e socialista: l'aspirazione all'equità, la libertà e la giustizia per le donne e per gli uomini”.
“Sinistra Per”, afferma di lavorare “per un PD organizzato e aperto; un partito del lavoro e della cittadinanza, che sia una opportunità per le donne”, così come esse lo sono “per il PD perché forza di innovazione per la politica e per la società”.
La nuova area avvierà la propria iniziativa politica con una assemblea regionale a Torino, il prossimo 28 gennaio, alla presenza del Ministro della salute Livia Turco, primo appuntamento di un ciclo di incontri che vedrà la presenza di esponenti internazionali, nazionali e locali del mondo della politica, della cultura, delle professioni che guardano con interesse a un'area politico-culturale di sinistra riformista all'interno del PD. Per chi vuol aderire si può rivolgere a travaglini.m@tiscali.it




permalink | inviato da vcoblog il 23/1/2008 alle 16:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


16 gennaio 2008

IL PD DEL VCO SU SKYPE: PUOI PARLARE E VEDERCI GRATUITAMENTE!

Se vuoi parlare con il PD del Vco gratuitamente (e "vederci") da oggi puoi farlo. Basta avere un computer, un microfono e una web cam e poi collegandoti a skype e scaricando il programma http://www.skype.com/intl/it/products/skypeout sarai pronto per videotelefonare gratuitamente al PD (ed è facilissimo ...). Una volta entrati in skyp per trovarci il nostro nome utente è partito.democratico.vco




permalink | inviato da vcoblog il 16/1/2008 alle 12:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


16 gennaio 2008

COME FARE PER AVERE L'ESENZIONE DAI TICKET.

Dopo la notizia (apparsa anche su questo blog) che dal 1° gennaio 2008, tutti i piemontesi appartenenti a nuclei familiari il cui reddito complessivo sia inferiore ai 36.151,68 euro, indipendentemente dall’età, non pagheranno più il ticket (disposto dalla Giunta regionale di centro sinistra di Mercedes Bresso) molti ci hanno chiesto come si ottiene ciò.
Molto semplice: dovete compilare un modulo di autocertificazione e portarlo alla sede del distretto sanitario a Omegna, Domodossola o Verbania. Li vi sarà rilasciato un documento da presentare poi al vostro dottore di base per ottenere l'esenzione.
Per chi vuole noi abbiamo in formato Pdf il modulo di autocertificazione (basta richiedercelo a pdemvco@gmail.com )




permalink | inviato da vcoblog il 16/1/2008 alle 12:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


15 gennaio 2008

NASCE IL GRUPPO DEL PD IN PROVINCIA: GIOVANNI BONALUMI È IL CAPOGRUPPO.

Esordirà al prossimo consiglio provinciale il nuovo gruppo consigliare del Partito Democratico del Verbano Cusio Ossola.
In una riunione tenutasi ieri sera, lunedì 14 gennaio, nella sede del PD provinciale, il nuovo gruppo ha discusso di contenuti e della propria organizzazione interna.
La formazione del PD in consiglio provinciale sarà guidata dal capogruppo Giovanni Bonalumi (46 anni, avvocato domese e consigliere comunale) e dalla vice Giovanna Bersi (attualmente vice sindaco di Ghiffa), eletti all’unanimità dai presenti.
Le priorità di lavoro che il gruppo consigliare del PD si è dato nel 2008 sono di affrontare alcune grandi tematiche: da quelle del lavoro e della lotta al precariato al confronto sui temi della sanità, dalla questione dell’autonomia possibile della nostra provincia alla discussione sul piano di riforma per le nostre comunità montane, sino all’impegno per l’adozione del piano territoriale provinciale.
Formato da ben 11 consiglieri il gruppo del PD è ampliamente il più grande in consiglio ed è l’unico che esprime una presenza femminile, con ben 5 donne su 11 componenti. Ricordiamo che il gruppo consigliare del PD è composto da: Agosti Giovanna (vicecapogruppo), Bianchi Margherita, Bonalumi Giovanni (capogruppo), Gallarotti Nadia, Lepri Massimo, Mellano Maria Adelaide, Nobili Alberto, Ravaioli Paolo, Sonzogni Claudio, Zoppi Giancarlo, Zucchi Margherita.




permalink | inviato da vcoblog il 15/1/2008 alle 15:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


14 gennaio 2008

SINDACO DI OMEGNA E TARIFFE DEL CICLO DELL’ACQUA, L’ASSESSORE ALL’AMBIENTE GIANNI DESANTI PRECISA

“Prima di tutto ritengo scorretto che si mescolino dati di tipo “amministrativo” (tra l’altro con alcune inesattezze) con prese di posizione evidentemente “tutte politiche” e tese essenzialmente allo scaricabarile. Per la precisione l’aumento dei costi della “fognatura” sono il 33% e non il 37% e, inoltre, i cosiddetti “canoni fissi” vengono riassorbiti dal consumo dei primi 25 metri cubi (cosa volutamente sottaciuta nel comunicato del sindaco). Sarebbe stato infine onesto ricordare come la tariffa praticata nel nostro ATO, nonostante gli inevitabili aumenti, è la più bassa del Piemonte (gli aumenti sono, al di là delle percentuali, del tutto contenuti: 20 centesimi di euro per mille litri di acqua distribuita e depurata)
Quaretta non può assumere la veste dell’ultimo venuto che si stupisce delle cose inerenti il ciclo idrico integrato. Dovrebbe ricordare che, cinque anni fa, era l’assessore provinciale con delega alle “risorse idriche” e che l’Amministrazione Guarducci di cui era parte fece di tutto per non affrontare il problema e per non rispettare i tempi previsti da leggi dello Stato e della Regione per la costituzione dell’ATO. Se si fossero rispettate quelle tempistiche, il Piano d’ambito avrebbe potuto essere operante da tempo e “le bollette salate” sarebbero state diluite in più anni. Proprio per la non operatività dell’ATO, il Cipe non autorizzò adeguamenti graduali del costo dell’acqua dal 2001 (le cui tariffe sono state, nella nostra zona, bloccate); gli aumenti attuali assorbono l’inflazione di 6 anni oltre ai costi degli investimenti che sono stati finalmente programmati e in corso di realizzazione.
Anche ad Omegna, dove il Comune (altra cosa che Quaretta si dimentica di ricordare) si trova sgravato dei costi dei “mutui” assunti per opere legate al ciclo idrico. Se è giusto che determinati investimenti si realizzino e se la normativa di legge impone che i costi siano pari alle entrate delle tariffe, è da irresponsabili – soprattutto per chi ricopre ruoli istituzionali – svolgere il ruolo demagogico di chi non trova di meglio che imputare l’aumento del costo dell’acqua a presunte “scatole cinesi”. E’ vero proprio il contrario. L’ATO è un organismo snello con costi ridottissimi e i soggetti gestori sono stati drasticamente ridotti: da 27 consorzi e più di 100 gestioni autonome si è scesi ad una società di gestione unitaria che si avvale di 5 società territoriali per le due province di Novara e del VCO.
Aggiungo infine che tutte le gestioni sono totalmente pubbliche (il Comune di Omegna ne fa parte) e che tutte le scelte (Piano d’ambito e regime tariffario) sono state fatte in modo assolutamente trasparente e senza mai alcun voto contrario nelle assemblee dell’ATO”.
Ufficio Stampa Provincia del Verbano Cusio Ossola




permalink | inviato da vcoblog il 14/1/2008 alle 12:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


9 gennaio 2008

IL FUTURO DELLE COMUNITA’ MONTANE: LE PROPOSTE DI RIFORMA PER IL VCO DEL PARTITO DEMOCRATICO”.

Si terrà Venerdì 11 gennaio 2008 alle ore 21.00, presso la sala Lago Maggiore di Tecnoparco in Provincia (via dell’Industria 25 a Verbania) un incontro sul tema promosso dal Partito democratico del Vco. Bruna SibilleIntervengono all'incontro: Sergio DEORSOLA, Assessore regionale ai rapporti con gli enti locali e Bruna SIBILLE Assessore regionale alla montagna;
Partecipano: Enrico BORGHI Presidente nazionale Uncem, Diego CARETTI Assessore provinciale alla montagna, Paolo RAVAIOLI Presidente della provincia del Vco, Aldo RESCHIGNA Consigliere regionale e coordinatore Pd Vco, Lido RIBA Presidente Uncem Piemonte, Marco TRAVAGLINI Presidente gruppo amici della Montagna.




permalink | inviato da vcoblog il 9/1/2008 alle 9:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


7 gennaio 2008

IL BALZO DI ZANOTTI E RAVAIOLI

Dal sondaggio Ipr Marketing per il Sole 24 ore http://www.ilsole24ore.com (pubblicato anche sul sito di Repubblica http://www.repubblica.it ) il sindaco di Verbania Claudio Zanotti e il presidente della provincia del Vco Paolo Ravaioli compiono una grande rimonta in termini di consensi.
I sondaggi, si sa, vanno presi con le "pinze", ma se l'anno scorso l'ultimo posto di Zanotti fece parlare per settimane, vale la pena di sottolineare il suo dato in netta controtendenza. Infatti nei dati pubblicati, il sindaco di Verbania compie un grande passo in avanti, dall'ultimo posto al 65°, recuperando addirittura 8,4 punti di consenso (e meglio di lui tra il 2006 e il 2007 hanno fatto solo i sindaci di Reggio Calabria e Salerno).
Zanotti si attesta nel 2007 al 53% di consensi, contro il 44,6% del 2006, in vantaggio anche rispetto al dato del consenso elettorale del 2004 che si attestava al 51,1%.

Anche per Paolo Ravaioli dall’indagine arriva una promozione con un bel balzo in avanti: dall’81° al 37°, con una percentale di gradimento che sale dal 50,2% del 2006 al 54% del 2007, con un dato elettorale che ricordiamo era del 51,3% nel 2004.

Una buona pagella per il 2007 per i due amministratori del centro sinistra: il lavoro paga. PD VCO, Ufficio stampa




permalink | inviato da vcoblog il 7/1/2008 alle 14:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


7 gennaio 2008

IL PROTOCOLLO SUL WELFARE È DIVENTATO LEGGE: COSA CAMBIA DAL 2008.

Alla fine del 2007 il Parlamento ha approvato definitivamente la legge 24 dicembre 2007, n. 247 che trasforma in norma di legge il Protocollo del 23/7/2007, sulla cui approvazione si erano pronunciati oltre 5 milioni di lavoratori e pensionati con un referendum sindacale. Si attua in questo modo un’importante riforma del sistema di welfare del nostro paese, con un onere finanziario di circa 40 miliardi di euro nei prossimi 10 anni. Tra le principali norme previste dalla legge:

§ Previdenza - Dal 2008 è stato migliorato il sistema di rivalutazione delle pensioni rispetto all’inflazione e sono state consistentemente rivalutate le pensioni più basse. E’ stato di molto attenuato lo “scalone” introdotto dal governo di centro destra e sono stati introdotti i lavori usuranti con conseguenti anticipi di pensione. E’ stato confermato e migliorato il trattamento per coloro che vanno in pensione con 40 anni di contributi indipendentemente dall’età, portando le finestre da 2 a 4.

§ Giovani - Sono state introdotte delle norme più favorevoli per migliorare la previdenza dei giovani lavoratori, come quelle sul riscatto della laurea e quelle sulla totalizzazione dei contributi (possibilità di sommare tutti i contributi maturati con diversi enti pensionistici). Per i lavoratori autonomi e parasubordinati (rapporti di collaborazione) sono stati stabiliti dei nuovi fondi che consentono l’accesso al credito anche nei periodi di non attività.

§ Disoccupati e aziende in crisi - E’ stata avviata la riforma degli ammortizzatori sociali migliorando l’indennità di disoccupazione ordinaria in termini di entità, durata e copertura previdenziale, in particolare per i lavoratori con contratti di lavoro precari.

§ Contrasto al precariato - Per le aziende è stato stabilito il limite dei 36 mesi alla possibilità di rinnovare i contratti a termine allo stesso lavoratore, successivamente scatta l’obbligo dell’assunzione a tempo indeterminato. E’ stata modificata la legge Biagi abrogando il lavoro a chiamata e lo staff leasing, sono state introdotte norme più favorevoli per la collocazione al lavoro dei disabili, inoltre sono state introdotti strumenti di controllo per contrastare il fenomeno delle cooperative “spurie” e illegittime.

§ Donne - Sono state introdotte una serie di misure per favorire l’occupazione e la formazione professionale femminile, in particolare delle misure per conciliare i tempi di vita e di lavoro, per gli asili nido e la cura dei non autosufficienti.

§ Incentivi all’occupazione - Viene prevista un riforma del sistema degli incentivi all’occupazione per favorire l’occupazione femminile e gli ultracinquantacinquenni.

Queste misure rappresentano una decisiva riforma del sistema di welfare del nostro paese e avranno importanti e positivi riflessi sulla condizione di milioni di lavoratori e pensionati. Con queste e altre misure contenute nella legge finanziaria 2008 si può affermare che, per quanto riguarda il welfare e il mercato del lavoro, è stata realizzata buona parte del programma di governo con cui il centro sinistra si è presentato alle elezioni.




permalink | inviato da vcoblog il 7/1/2008 alle 10:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


4 gennaio 2008

TICKET SUI FARMACI: DAL 1 GENNAIO IN PIEMONTE ESENTATI I CITTADINI CON REDDITO FAMILIARE INFERIORE AI 36 MILA EURO

Dal 1° gennaio 2008, tutti i piemontesi appartenenti a nuclei familiari il cui reddito complessivo sia inferiore ai 36.151,68 euro, indipendentemente dall’età, non pagheranno più il ticket sui farmaci. Lo ha disposto la Giunta regionale di centro sinistra di Mercedes Bresso, con l’adozione di una delibera che rappresenta un ulteriore passo in avanti verso la totale abolizione della compartecipazione dei cittadini alla spesa farmaceutica, prevista entro i cinque anni di governo.
«Dopo l’eliminazione del ticket sui farmaci generici - ha dichiarato la presidente Mercedes Bresso - e il progressivo allargamento della fascia di esenzione a favore di anziani a basso reddito, invalidi e altre categorie deboli, con questo provvedimento l’amministrazione regionale attua una nuova e significativa estensione della percentuale di piemontesi che non dovranno più versare il contributo di due euro sui farmaci a carico del Servizio sanitario regionale, in vista della cancellazione totale del ticket. Era questo uno dei principali impegni assunti dalla Giunta all’atto del suo insediamento, che stiamo riuscendo a rispettare anche grazie agli interventi messi in campo sul fronte dell’appropriatezza delle prescrizioni e quindi del controllo della spesa farmaceutica convenzionata».
Ai fini dell’esenzione per motivi di reddito, per nucleo familiare deve intendersi quello rilevante ai fini fiscali (e non anagrafici), costituito dall’interessato, dal coniuge non legalmente separato e dagli altri familiari a carico, cioè quelli non fiscalmente indipendenti, in quanto titolari di un reddito annuo inferiore a 2.840,51 euro.
Coloro che rientrano nella nuova fascia di esenzione e che vogliano usufruire di questo diritto dovranno dotarsi di attestato di esenzione, rilasciato dall’Asl di residenza sulla base di un’ autocertificazione.
Con l’entrata in vigore della delibera, i disoccupati in attesa di prima occupazione compresi negli elenchi anagrafici dei Centri per l’impiego, gli iscritti alle liste di mobilità e i lavoratori in cassa integrazione straordinaria, per i quali una precedente delibera del marzo 2006 aveva predisposto l’esonero, confluiranno nella nuova fascia di esenzione per reddito e dovranno quindi provvedere a munirsi di un nuovo certificato.
Rimarranno invece validi fino al giugno 2009 gli attestati rilasciati agli anziani ultrasessantacinquenni.




permalink | inviato da vcoblog il 4/1/2008 alle 12:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


2 gennaio 2008

LE PROPOSTE DEL PD SULLE COMUNITA' MONTANE

Pubblichiamo il documento con la proposta di riforma per le comunità montane del Pd del Vco. Tale documento sarà la base di discussione e di confronto per l'assemblea che si terrà Venerdì 11 gennaio 2008, ore 21.00, alla sala Lago Maggiore di Tecnoparco via dell’Industria, 25, Verbania. Interverrano Sergio DEORSOLA Assessore regionale ai rapporti con gli enti locali e Bruna SIBILLE Assessore regionale alla montagna.

Partito Democratico del VCO: "Nuove competenze, maggior snellezza, più potere rappresentativo e riduzione a 5 delle Comunità Montane"
Nella Legge Finanziaria appena approvata in via definitiva è stato riformulato l’articolo sulla “governance” montana.
Il tema, tanto dibattuto, passa ora alle Regioni che rivestono un ruolo cardine.
E’ infatti demandato all'assemblea legislativa regionale – con un termine massimo di sei mesi dall’entrata in vigore della legge – il compito di intervenire sul riordino istituzionale delle Comunità montane, tenendo conto di quattro obiettivi:

l la definizione delle competenze e delle funzioni

l la riduzione del numero complessivo degli enti sulla base di diversi indicatori

l la diminuzione del numero dei consiglieri

l la riduzione delle indennità spettanti sia agli organi rappresentativi che a quelli esecutivi

E’ la vittoria della nostra battaglia , portata avanti in questi mesi grazie all’appoggio prezioso dell'Uncem, dei Comuni e delle Comunità montane, nonché dei deputati piemontesi e dei consiglieri regionali che - trasversalmente e compattamente - si sono fatti portavoce dei diritti delle popolazioni montane.
Considerato il punto di partenza del testo approvato in Senato che prevedeva un taglio indiscriminato delle Comunità, sulla base di volontà neodirigiste, possiamo ritenerci soddisfatti. Le nostre richieste, ovvero che i riferimenti nella finanziaria fossero limitati alla definizione di criteri orientativi per la riduzione dei costi, lasciando alla competenza delle Regioni la ridefinizione dei problemi ordinamentali relativi alla costituzione delle Comunità montane, sono state pienamente accolte.
In Piemonte, prima regione in cui si sia formulata un’ipotesi di riordino della governance della montagna , e nel VCO ( provincia montana per eccellenza ) è ben radicata una forte sensibilità sull’importanza delle Comunità montane, nonché la consapevolezza della necessità di un processo innovativo che ne rilanci ruolo e funzioni.
Avvertiamo l'esigenza di avviare un ampio confronto su questi temi, evitando rigidità o difese corporative al cambiamento. Si apre ora un capitolo importante per la Regione che , oltre a compiere l’operazione di ridefinizione, dovrà soprattutto riaffermare il ruolo delle Comunità montane come soggetti protagonisti del rilancio produttivo e sociale dei territori montani.
Pensiamo ad una legge che – nella logica dell'efficienza, della snellezza e della sobrietà - definisca le modalità di elezione degli organi nonché delle funzioni e delle competenze delle Comunità Montane. Quest'ultime, vanno definite e circoscritte. Le Comunità Montane devono diventare sempre di più agenzie di sviluppo e di programmazione degli interventi in ambito montano, individuando gli investimenti prioritari che possono rilanciare i loro territori, svolgendo inoltre le funzioni delegate dai comuni.
Va allargata la platea elettiva dei presidenti a tutti i consiglieri comunali delle Comunità Montane, rafforzandone la legittimazione; va operata una decisa riduzione del numero dei consiglieri e la formazioni di organismi esecutivi più snelli, efficienti e sobri. La stessa riorganizzazione delle attuali 11 Comunità Montane del VCO e di Novara diventa un obiettivo da perseguire– con un largo confronto – affinché possa sfociare nella riduzione e nell’accorpamento di varie realtà per rendere questi enti più rispondenti ai bisogni dei territori montani che devono rappresentare.
In tal senso pensiamo che si possano ipotizzare nuove aggregazioni riducendo a 5 il complessivo delle comunità montane:

- 1 sola CM nel Cusio e nell'area del Mottarone/Vergante, riaccorpando le attuali 3

- 2 CM nel Verbano ( rispetto alle 3 attuali) aggregando all'attuale Val Grande i comuni di Premeno e Bèe ed alla Cannobina le realtà di Ghiffa, Oggebbio, Cannero Riviera e Trarego Viggiona

- 2 CM in Ossola ( in luogo delle attuali 5 ), suddividendo l'Ossola Superiore ( da Domodossola e Masera a nord, comprese la Valle Vigezzo e l'Antigorio Divedro e Formazza) e l'Ossola Inferiore ( da Villadossola e Beura a sud, comprese la Valle Antrona e l'area del Monte Rosa).




permalink | inviato da vcoblog il 2/1/2008 alle 11:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


21 dicembre 2007

BUONE FESTE DAL PD

Il Partito Democratico del Vco augura a tutti voi e alle vostre famiglie, i migliori auguri di buon natale e di un felice anno nuovo.

per Il PD del Vco
Aldo Reschigna, coordinatore provinciale,
ps
Vi segnaliamo che gli uffici della federazione provinciale del PD a Verbania, rimarranno chiusi sino al 1 gennaio 2008.




permalink | inviato da vcoblog il 21/12/2007 alle 12:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


18 dicembre 2007

CONTINUANO LE ASSEMBLEE DEL PD SUL TERRITORIO.

Dopo i primi incontri avvenuti la scorsa settimana, continuano le assemblee programmate dal coordinamento provinciale sul territorio. Queste riunioni sono aperte a tutti i democratici al fine di programmare le assemblee di gennaio per eleggere i coordinamenti cittadini. 
Ad ogni riunione parteciperà un componente dell'esecutivo provinciale.
Casale Corte Cerro, Martedì 18 dicembre, ore 21 Circolo Ramate;
Verbania,
martedì 18 dicembre, ore 21 Sala Biblioteca Villa Olimpia;
Crevoladossola e Val Formazza, mercoledì 19 dicembre, ore 21 ex Bar Pau. Fr Oira Crevoladossola;
Gravellona Toce mercoledì 19 dicembre, ore 21 c/o municipio;
Madonna del Sasso, Pella e San Maurizio D’Opaglio, mercoledì 19 dicembre, ore 21 Sala Consigliare San Maurizio;

Villadossola, Giovedì 20 dicembre, ore 21,00 sede Isco (ex sede Auser) in via Fabbri;
Ghiffa, Giovedì 20 dicembre, ore 21,00 ex Sezione Ds Ghiffa;
Cannobio Cannero, Trarego Viggiona, Valle Cannobina, Venerdì 21 dicembre, ore 21 Sede Ulivo, Via Giovanola a Cannobio;




permalink | inviato da vcoblog il 18/12/2007 alle 10:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


18 dicembre 2007

REGIONE PIEMONTE: NUOVE ESENZIONI DAL TICKET SUI FARMACI

Dal 1° gennaio 2008 tutti i piemontesi facenti parte di nuclei familiari con reddito complessivo inferiore a 36.151,68 euro, indipendentemente dall'età, non pagheranno più il ticket sui farmaci. Con questa decisione la Giunta regionale compie un ulteriore passo in avanti verso la totale abolizione della compartecipazione dei cittadini alla spesa farmaceutica, prevista entro i cinque anni di governo. "Dopo l'eliminazione del ticket sui farmaci generici - ha dichiarato la presidente Mercedes Bresso - e il progressivo allargamento della fascia di esenzione a favore di anziani a basso reddito, invalidi e altre categorie deboli, con questo provvedimento l'amministrazione regionale attua una nuova e significativa estensione della percentuale di piemontesi che non dovranno più versare il contributo di due euro sui farmaci a carico del Servizio sanitario regionale, in vista della cancellazione totale del ticket. Era questo uno dei principali impegni assunti dalla Giunta all'atto del suo insediamento, che stiamo riuscendo a rispettare anche grazie agli interventi messi in campo sul fronte dell'appropriatezza delle prescrizioni e quindi del controllo della spesa farmaceutica convenzionata". Ai fini dell'esenzione per motivi di reddito, per nucleo familiare deve intendersi quello rilevante ai fini fiscali (e non anagrafici), costituito dall'interessato, dal coniuge non legalmente separato e dagli altri familiari a carico, cioè quelli non fiscalmente indipendenti, in quanto titolari di un reddito annuo inferiore a 2.840,51 euro. Coloro che rientrano nella nuova fascia di esenzione e che vogliono usufruire di questo diritto dovranno dotarsi di un attestato rilasciato dall'Asl di residenza sulla base di un'autocertificazione. La stessa operazione dovranno compierla i disoccupati in attesa di prima occupazione compresi negli elenchi anagrafici dei Centri per l'impiego, gli iscritti alle liste di mobilità e i lavoratori in cassa integrazione straordinaria, per i quali una precedente delibera del marzo 2006 aveva predisposto l'esonero. Rimangono invece validi fino a giugno 2009 gli attestati rilasciati agli anziani




permalink | inviato da vcoblog il 18/12/2007 alle 10:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


12 dicembre 2007

LA SINISTRA GIOVANILE DEL VCO VERSO IL PD

come tutti sappiamo la storia della Sinistra Giovanile sta per giungere al termine. Con essa certo non svaniranno i nostri ideali, la nostra passione e la volontà di portare alla politica il contributo critico dei giovani anche nella nuova organizzazione giovanile del Partito Democratico che costruiremo insieme nei prossimi mesi.

..per brindare, salutarci "panettosamente" prima delle vacanze natalizie e per tracciare insieme la strada delle "Primarie dei giovani per il Pd", ti aspettiamo:
sabato 15 dicembre alle ore 15,
al Circolo di Ramate a Casale Corte Cerro
non mancare!




permalink | inviato da vcoblog il 12/12/2007 alle 9:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


12 dicembre 2007

TyssenKrupp: LE PAROLE DEL SEGRETARIO REGIONALE DEL PD

Riportiamo l'intervento nell'aula del Senato di Gianfranco Morgando (segretario regionale piemontese del PD) a nome del Gruppo del Partito Democratico sui  drammatici fatti di Torino.

Il Ministro Damiano è stato esauriente e puntuale. Lo ringrazio.
Chi ha vissuto, come ha fatto anche lui, questi giorni di Torino sente però tutta l'insufficienza delle parole di fronte al dramma di giovani vite spezzate in un inferno di fuoco. "Quella notte siamo andati a morire, non a lavorare", ha detto uno dei superstiti, esprimendo contemporaneamente paura, rabbia, rassegnazione. Un legame tra lavoro e morte che pensavamo consegnato a tempi e paesi lontani, limitato ad alcuni settori, vinto dalle tecnologie e dalle leggi. E che invece è ancora in agguato, coglie il nostro amico e il nostro vicino di casa, spezza sorrisi e progetti. "Non si può morire per lavoro", hanno commentato in tanti. È assurdo. E proprio l'assurdità dei fatti della TyssenKrupp interroga la nostra responsabilità di legislatori, di amministratori, di uomini della politica e della cultura.
Torino è ancora città operaia. Un lavoro di fabbrica che allinea ambienti moderni e mansioni innovative con attività povere e pericolose, sovente in contraddizione con formazioni scolastiche ed umane di qualità. Vite in contrasto: quella difficile della quotidianità, e quella delle aspirazioni e dei sogni. Come la vita spezzata di uno dei ragazzi che tra pochi giorni si sarebbe dimesso per aprire un bar con la sua fidanzata. Una realtà che forse abbiamo rimosso, che abbiamo sostituito con l'idea di una società dai mille aggettivi che cancella dal proprio futuro gli spazi più difficili e meno interessanti. "Ci avete dimenticato", hanno gridato i trentamila del corteo di lunedì. Esprimevano proprio la rabbia di sentirsi abbandonati e messi da parte, non più protagonisti della vita della città e della sua storia. La prima lezione che dobbiamo imparare è proprio quella di rimettere in discussione l'analisi della nostra società, di coniugare la tensione alla modernità con la tutela dei settori più deboli e tradizionali, di far sentire tutti protagonisti di un futuro che non è riservato soltanto a nuovi ceti ed a nuove professioni.
I morti della TyssenKrupp, come quelli dei cantieri edili e dei troppi infortuni sul lavoro che segnano il nostro paese, richiamano la giustizia e la responsabilità. Due parole anch'esse gridate ed invocate nella fabbrica e nelle assemblee. Dal Sindaco nel Consiglio comunale di Torino e dall'Arcivescovo nella Chiesa della Consolata. Occorre che sia fatta chiarezza sulle responsabilità, che emergano le negligenze e le trascuratezze. Lo stabilimento di Corso Regina stava per essere chiuso, ed è legittimo chiedersi se questa prospettiva non abbia allentato i sistemi di prevenzione e abbassato la guardia della sicurezza. Risponderà la magistratura. Se le accuse che in questi giorni sono state formulate dai lavoratori e dai sindacati si rivelassero anche soltanto in parte fondate, si configurerebbero delle responsabilità gravi, che dovranno essere perseguite con rigore. La domanda di giustizia non può rimanere senza risposta.
In una interrogazione, che ho presentato insieme con i colleghi Bobba, Benvenuto e Magda Negri appena siamo venuti a conoscenza dei fatti, ricordavo l'azione del Parlamento che ha approvato leggi importanti per la lotta contro gli infortuni sul lavoro. Non c'è autocompiacimento in questa considerazione. Come ci ha ricordato il Ministro occorre accelerarne l'attuazione, completare la preparazione del personale, creare le condizioni perché l'Amministrazione pubblica sia in grado di prevenire e reprimere con efficacia e tempestività. La sicurezza del lavoro deve diventare parte integrante della cultura delle aziende, caratterizzarne l'organizzazione, modellare i comportamenti. Si può fare. Ci sono molti esempi virtuosi. Non possiamo tollerare comportamenti differenti e negligenze interessate.
Non si deve più morire di lavoro. E' la prima condizione per la dignità della persona, e il presupposto per dare all'uomo il posto che gli spetta nella organizzazione delle aziende. L'efficienza, il profitto, la capacità competitiva delle imprese sono fondamentali, e anche la politica deve lavorare per accrescerle. Ma non c'è efficienza e competitività se non c'è la persona, al centro della organizzazione dell'impresa. Se anche nell'attività lavorativa l'uomo non vede tutelato il suo primo diritto, che è quello alla vita.
Con queste considerazioni, Signor Presidente, concludo esprimendo il dolore del mio Gruppo, la solidarietà ai famigliari delle vittime e l'augurio di guarigione per i feriti.




permalink | inviato da vcoblog il 12/12/2007 alle 9:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


11 dicembre 2007

PARTONO I LAVORI PER UN NUOVO VIADOTTO SULLA STRADA REGIONALE 549 DI MACUGNAGA

Al via la ricostruzione del tratto di strada crollato la scorsa primavera lungo la strada regionale 549 di Macugnaga. Oggi Paolo Ravaioli, nella veste di Commissario straordinario per l’attuazione degli interventi d’emergenza lungo l’arteria anzaschina, ha consegnato i lavori all’Associazione d’imprese costituita da Cogeis s.p.a. e Prini s.r.l. che si è aggiudicata l’appalto per un importo di circa 3 milioni di euro.
“Il grosso del lavoro – spiega Ravaioli – consiste ovviamente nella costruzione di un nuovo viadotto in vece del ponte crollato. Per circa 200 metri prima e dopo quel punto saranno anche messi in sicurezza i versanti con nuovi muri e semimpalcati”.
Questo è solo l’inizio di una serie d’interventi che toccheranno la 549 durante tutto il 2008. Il prossimo 19 dicembre saranno valutate le offerte per l’aggiudicazione di ulteriori lavori di consolidamento dei versanti nel tratto tra le località Castiglioni e Molini.
“A breve – precisa Paolo Ravaioli – terrò una riunione nella sede della locale comunità montana per concertare al massimo con gli enti locali anzaschini il calendario dei lavori, in modo da creare il minimo disagio possibile ai residenti.
Ufficio Stampa Provincia del Verbano Cusio Ossola




permalink | inviato da vcoblog il 11/12/2007 alle 10:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


10 dicembre 2007

... L'ULTIMA LETTERA DEI DS AI PROPRI ISCRITTI...

Pubblichiamo l'ultima lettera inviata dal segretario dei Ds, Alberto Nobili, agli iscritti Ds del Vco...
Cara compagna, caro compagno,

con lo svolgimento della prima Assemblea Costituente a Milano, il partito Democratico ha iniziato a vivere e volge ad esaurimento l’esperienza politica ed organizzativa dei Democratici di Sinistra.
Desidero perciò esprimerti la più sincera gratitudine per la generosità e il contributo che hai dato in questi anni duri ed impegnativi. Ma anche anni appassionanti e ripagati da successi politici ed elettorali.
Se oggi il centrosinistra guida il governo dell’Italia e la gran parte delle amministrazioni locali e regionali, se ci possiamo misurare con la nuova sfida del partito Democratico è anche certamente merito del tuo contributo.
E’ stata un’esperienza politica e umana straordinaria quella che tutti noi abbiamo vissuto in questi anni e, per me, è stato un onore svolgere il mio compito da segretario provinciale dei Democratici di Sinistra in questi mesi.
Adesso comincia un nuovo cammino, assieme, per raggiungere una meta ancor più affascinante ed impegnativa: costruire il partito Democratico.
Siamo partiti con la nomina a coordinatore provinciale del PD del Vco di Aldo Reschigna, un nostro compagno che certo non ha bisogno di presentazioni, visto il ruolo che ha avuto come sindaco di Verbania ed attualmente come consigliere regionale. Un primo coordinatore del PD autorevole e capace di gestire questa fase difficile di avvio.
Il prossimo appuntamento sarà di costruire in ogni realtà del Vco una presenza organizzata del PD. Per fare questo abbiamo bisogno ancora del tuo contributo e t’invito a partecipare alle prime iniziative ed assemblee che nelle settimane prossime porteranno all’elezione dei coordinatori locali del nuovo partito.
Per ora si è deciso che la sede provvisoria del PD a livello provinciale rimarrà presso i locali che hanno ospitato sino ad oggi la nostra Federazione Ds a Verbania, dove potrai quindi continuare a trovarci.
Ti ricordo inoltre che l’ultimo degli atti formali della nostra direzione provinciale Ds è stato quello di dar vita ad una fondazione, che chiameremo “Novecento”, nella quale confluirà il patrimonio immobiliare degli ex Ds. Una Fondazione che raccoglierà anche il materiale della nostra storia di questi anni (e se hai documenti interessanti, foto, volantini, ecc. ti preghiamo di non buttarli ma di farceli avere per costruire un archivio provinciale).
Nella speranza che lavoreremo assieme nel Partito Democratico, ti saluto con amicizia, un abbraccio,
Alberto Nobili




permalink | inviato da vcoblog il 10/12/2007 alle 12:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


10 dicembre 2007

.. UNA RISPOSTA ALLA LETTERA DI NOBILI

Caro Alberto, cari compagni,
quando ho ricevuto la lettera di “commiato”, mi sono un po’ commossa come succede in quei momenti della vita che costituiscono un cambiamento importante, quando qualcosa finisce o qualcuno ci lascia in modo definitivo.
Come sempre in questi momenti, si ritorna indietro con la mente ed ho ripensato a tutto il bagaglio di lavoro, di esperienze, di energie, di entusiasmo, che ha caratterizzato il percorso dei Democratici di Sinistra (e dei partiti che li hanno preceduti) e che costituisce un patrimonio immateriale, ma indispensabile per la costruzione del nuovo Partito Democratico. Si’, perché un partito o un movimento politico vive soprattutto di questo, di ideali da portare avanti e da realizzare; questa penso sia la qualità determinante che porteremo al nuovo PD e che costituirà una motivazione forte alla sua piena realizzazione.
La mia storia è diversa da quella della maggior parte di voi, in quanto mi sono iscritta ai DS da non molti anni (provengo dalla cosiddetta società civile), quando ho ravvisato un pericolo per la nostra democrazia.
L’ho fatto con convinzione e ho vissuto con voi anni difficili, quando sembrava che la fine del tunnel fosse molto lontana.
Invece il lavoro e la costanza sono stati premiati da insperati successi elettorali, ed ora eccoci pronti a ripartire insieme con altre persone ed altre storie confluite con la nostra.
Pertanto faccio a noi tutti l’augurio di continuare a dare il nostro contributo alla vita democratica di questo nostro paese, nell’interesse di tutti i cittadini.
Ottavia Camona
Gravellona,9-12-07




permalink | inviato da vcoblog il 10/12/2007 alle 12:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


10 dicembre 2007

L'ASSESSORE TARICCO A VERBANIA PER UNA INIZIATIVE DEL PD

Iniziativa del partito Democratico del Vco. Si parla di “Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013: le nuove opportunità per l’Agricoltura e la Montagna del Piemonte e del Vco.”
Si svolgerà lunedì 17 dicembre 2007, alle ore 21.00 presso la Sala Lago Maggiore di Tecnoparco, in via dell’Industria 25 a Verbania
Presiede:
Aldo RESCHIGNA,
Consigliere regionale e coordinatore PD Vco
Partecipano:
Diego CARETTI,
Assessore provinciale all’Agricoltura e alla Montagna
Marco BELLION,
Presidente commissione Agricoltura e Montagna in Consiglio Regionale
Marco TRAVAGLINI, Consigliere regionale
Conclude:
Interviene Mino TARICCO,
Assessore regionale all’Agricoltura
Organizza: Gruppo Regionale Partito Democratico, Coordinamento Provinciale PD Vco
Per contatti: e-mail: pdemvco@gmail.com




permalink | inviato da vcoblog il 10/12/2007 alle 11:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


10 dicembre 2007

PARTONO LE ASSEMBLEE DEL PD SUL TERRITORIO.

Come deciso a livello nazionale entro fine gennaio 2008 si dovranno costituire i Circoli del PD sul territorio attraverso assemblee di tutti i votanti alle primarie di ottobre.
Il coordinamento provinciale del PD del Vco ha individuato in 36 i circoli da costituire nel Vco.
Partono quindi in questi giorni assemblee per preparare e costruire gli incontri di fine gennaio. Sono riunioni aperte a tutti i democratici. Vi chiediamo quindi di partecipare alla riunione sul vostro territorio e a far girare la voce agli amici interessati e che hanno partecipato alle primarie. Ad ogni riunione parteciperà un componente dell'esecutivo provinciale.

Baveno, Mercoledì 12 dicembre, ore 21 Sala consigliare del Municipio;
Montescheno , Venerdì 14 dicembre, ore 17.30, Sala consigliare del Municipio
Cossogno, Venerdì 14 dicembre, ore 21 presso il Circolo;
Ornavasso, Venerdì 14 dicembre, ore 21 Sala Riunioni sopre circolo operaio, P.zza Stazione
Casale Corte Cerro, Martedì 18 dicembre, ore 21 Circolo Ramate
Verbania, martedì 18 dicembre, ore 21 Sala Biblioteca Villa Olimpia
Crevoladossola e Val Formazza, mercoledì 19 dicembre, ore 21 ex Bar Pau. Fr Oira Crevoladossola
Gravellona Toce mercoledì 19 dicembre, ore 21 c/o municipio
Madonna del Sasso, Pella e San Maurizio D’Opaglio, mercoledì 19 dicembre, ore 21 Sala Consigliare San Maurizio
Villadossola, Giovedì 20 dicembre, ore 21,00 luogo da definire;
Ghiffa, Giovedì 20 dicembre, ore 21,00 ex Sezione Ds Ghiffa
Cannobio Cannero, Trarego Viggiona, Valle Cannobina, Venerdì 21 dicembre, ore 21 Sede Ulivo, Via Giovanola a Cannobio




permalink | inviato da vcoblog il 10/12/2007 alle 11:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


5 dicembre 2007

PD VCO. ELETTO L’ESECUTIVO, AL VIA LE PRIME INIZIATIVE

La riunione del coordinamento provinciale del Pd del vco di lunedì 31 novembre è' stata l'occasione per stendere un primo piano di lavoro che ci accompagnerà fino alla costituzione degli organismi territoriali. Innanzitutto, è stato presentato l'esecutivo che affiancherà Aldo Reschigna nei prossimi mesi. Ne fanno parte:
Paola Bertinotti, 35 anni di Baveno, laureata in economia aziendale e consulente per progetti di sviluppo nel settore immobiliare;
Anna Bozzuto, 39 anni, laureata in economia e commercio, impiegata in Banca, residente a Verbania;
Silvia Marchionini, 32 anni, insegnante, sindaco di Cossogno;
Enrico Borghi, 40anni, residente a Vogogna, presidente dell'UNCEM nazionale;
Alberto Nobili, 41 anni di Gravellona Toce, impiegato, consigliere provinciale.
Si è poi decisa la costituzione della commissione sanità, coordinata da Giorgio Vanni e da Marino Barassi, della commissione montagna, coordinata da Marco Travaglini e da Enrico Borghi, e della commissione lavoro. Tutte e tre le commissioni avranno l'obiettivo di elaborare idee e proposte inerenti ai rispettivi argomenti attraverso il coinvolgimento nella discussione di tutti coloro che intenderanno portare il loro contributo.
Oltre a queste due commissioni, si è dato mandato a due gruppi di lavoro di elaborare rispettivamente due proposte: una in merito ad un regolamento finanziario che a partire dal primo gennaio possa garantire autosufficienza economica al Pd locale, e l'altro con il compito di elaborare una progetto per la comunicazione e l'informazione che veda come punto centrale l'apertura di un sito internet che diventi punto di riferimento per i cittadini e gli amministratori del Partito Democratico del Vco.
E' stato anche affrontato l'impianto organizzativo territoriale che si vuole dare al Partito Democratico nella provincia del Verbano Cusio Ossola. L'idea è quella di costituire 36 circoli in modo che il radicamento sul territorio sia il più ampio possibile e di procedere entro il 31 gennaio all'elezione dei rispettivi coordinatori cittadini attraverso il regolamento che nei prossimi giorni sarà licenziato a livello regionale.
Infine, è stata comunicata a tutti i presenti l'entrata nell'esecutivo regionale di Barbara Bienati, 38 anni di Verbania, insegnante al Liceo Classico Cavalieri alla sua prima esperienza politica di rilievo, eletta nell'assemblea costituente regionale il 14 ottobre scorso.




permalink | inviato da vcoblog il 5/12/2007 alle 11:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


3 dicembre 2007

PER IL VCO 245 MILA EURO DALLA LEGGE SUI PICCOLI COMUNI.

Sono ben 36 i comuni del Vco che godranno del riparto per l’anno 2007 della legge regionale sui Piccoli Comuni, per un totale di contributi pari ad 245.000 euro.
Il riparto per l’anno 2007 è stato effettuato sulla base dei criteri predisposti dall’Ires, tesi a definire la marginalità socio-economica. Questi criteri potranno essere ulteriormente precisati ed ampliati per l’anno 2008.
Con il riparto la Regione Piemonte intende svolgere la funzione di sostegno dei piccoli comuni non attraverso la distribuzione di risorse in modo indiscriminato, ma attraverso una logica che premi i comuni in condizioni di maggiore difficoltà.
Duecentoquarantamila euro a testimonianza di una legge, quella sui piccoli comuni voluta dal centro sinistra, concreta e utile come sostegno alle comunità della nostra realtà di montagna.
Aldo Reschigna e Marco Travaglini, Consiglieri Regionali




permalink | inviato da vcoblog il 3/12/2007 alle 10:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


30 novembre 2007

COMUNICATO PROVICNIA E COMUNE DI VERBANIA SULLA VICENDA TUBOR

Con riferimento alla vicenda della Società Tubor Spa, il Presidente della Provincia e il Sindaco di Verbania comunicano di avere concluso in data odierna i contatti e le iniziative che, concertati con le Organizzazioni sindacali e le altre rappresentanze istituzionali e di categoria presenti al Tavolo di crisi, si sono sviluppati nell’arco di 15 giorni al fine di favorire una soluzione accettabile della crisi aziendale resa manifesta dalle indagini e dai provvedimenti della magistratura che hanno coinvolto i vertici societari.
Dagli elementi ricavati dalla ricognizione compiuta attraverso contatti con la proprietà, con gli istituti di credito e con ambienti giudiziari, emerge una situazione aziendale e industriale preoccupante, causa la sostanziale assenza di iniziativa, di proposta e di interlocuzione sia dei soci sia degli amministratori di Tubor Spa.
Questa situazione aggrava di giorno in giorno il quadro aziendale e si ripercuote con crescente preoccupazione sulle condizioni dei dipendenti, la cui tutela occupazionale costituisce la ragione dell’azione intrapresa in queste settimane dalle istituzioni territoriali, sfociata nella costituzione del Tavolo provinciale.
Per questo motivo è indispensabile che si determini una netta e radicale soluzione di continuità, attraverso l’individuazione di un interlocutore certo, affidabile, autorevole e capace, in grado di rappresentare l’azienda in una serie di passaggi non più differibili, e cioè l’avvio delle procedure per garantire – attraverso l’attivazione degli ammortizzatori sociali – il sostegno al reddito dei dipendenti e la definizione di un percorso che consenta un profondo e radicale rinnovamento della compagine sociale finalizzato alla preservazione dell’attività industriale di Tubor.
Il Presidente della Provincia e il Sindaco di Verbania auspicano pertanto che nei tempi più brevi si giunga – attraverso l’autonoma iniziativa dell’assemblea dei soci convocata dal custode giudiziale delle azioni nominato dal tribunale o mediante un appropriato provvedimento della magistratura – all’individuazione di un soggetto che, nella massima chiarezza dei processi decisionali e dei poteri di amministrazione, possa da subito rappresentare Tubor al Tavolo di crisi.
Verbania, 29.11.2007 Ufficio Stampa Provincia delVerbano Cusio Ossola




permalink | inviato da vcoblog il 30/11/2007 alle 9:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


28 novembre 2007

L'ASSESSORE REGIONALE MANICA NEL VCO

Giovedì 29 novembre, alle ore 14.15, presso il Centro del Fondo di Riale, l’Assessore Regionale Giuliana Manica, il Sindaco di Formazza Luigi Antonietti e la Provincia del Vco, presenteranno con una conferenza stampa l’intesa di programma riferita a Formazza in corso di definizione.
Successivamente, a partire dalle ore 15.45, presso il Comune di Macugnaga, l’Assessore Regionale Manica, il sindaco di Macugnaga Giovanna Boldini, la Provincia del Verbano Cusio Ossola e la Comunità Montana Monterosa, avvieranno la prima riunione tesa a definire un piano strategico di sviluppo di Macugnaga.
Aldo Reschigna , Marco Travaglini Consiglieri Regionali




permalink | inviato da vcoblog il 28/11/2007 alle 11:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


26 novembre 2007

ALDO RESCHIGNA ELETTO COORDINATORE DEL PD DEL VCO

Sabato 24 novembre a Verbania, si è riunito il coordinamento provinciale del Partito Democratico che riunisce tutti gli eletti alle primarie del 14 ottobre scorso, il quale ha eletto (18 voti a favore, 2 contrari, 2 astenuti e 1 nullo) Aldo Reschigna primo coordinatore del Partito Democratico del Verbano Cusio Ossola.
Nato il 6 aprile 1956 a Verbania, dirigente del settore terziario, Aldo Reschigna è consigliere comunale a Verbania dal 1975, dove è stato assessore all’Urbanistica e alle Politiche sociali e, per nove anni,. Sindaco dal 1993 al 2004. Ha presieduto la rappresentanza della Conferenza dei Sindaci dell’Asl 14 ed è stato componente del consiglio di amministrazione del Distretto turistico dei Laghi.Nelle elezioni 2005 è stato eletto per la prima volta in Consiglio regionale (quota proporzionale), nella circoscrizione del Verbano Cusio Ossola, con 7.745 voti di preferenza.
La sua candidatura, come illustrato dallo stesso Reschigna sabato pomeriggio, vuole essere una candidatura di servizio unicamente per la fase transitoria della costruzione del Partito Democratico ed ha come obiettivo, anzitutto, quello di puntare ad una gestione fortemente unitaria, anche con il superamento delle appartenenze e dei riferimenti che individualmente sono stati espressi durante le ultime primarie con l’elezione del segretario nazionale e regionale.
In questa fase i principali suoi obiettivi, pochi ma concreti: saranno:
1) Attuare un radicamento territoriale del Partito Democratico che, sulla base dei dati di partecipazione alle elezioni primarie del 14 ottobre scorso, si concretizzi nell’apertura di circoli del Partito Democratico ben maggiori numericamente rispetto alla precedente organizzazione territoriale dei Democratici di Sinistra e della Margherita e che guardi soprattutto ad attuare questo radicamento non solo nei grandi centri, ma anche nelle vallate alpine;
2) Dar vita con immediatezza ad are di lavoro tematiche al fine di garantire, sui temi più importanti della nostra provincia, momenti di analisi, discussione ed elaborazione progettuale;
3) Attuare il rafforzamento del Coordinamento Provinciale che deve rimanere il luogo decisionale e diventare protagonista nell’organizzazione e promozione dei coordinamenti comunali, non solo al fine di un mero rafforzamento numerico dello stesso, ma per dargli una rappresentatività politica maggiore con i cittadini e le cittadine che durante la fase preparatoria delle primarie, hanno manifestato impegno e disponibilità .
4) Provvedere all’istituzione di un esecutivo ristretto che affianchi il Coordinatore Provinciale nella gestione esecutiva;
5) Promuovere l’istituzione di un osservatorio che consenta al Partito Democratico di poter disporre di analisi e letture socio economiche del territorio del Verbano Cusio Ossola;
6) Procedere all’organizzazione di strumenti di comunicazione verso l’esterno e nei confronti delle persone che con le primarie hanno manifestato la loro attenzione ciò, al fine di garantire circolazione delle informazioni;
7) Proseguire il lavoro del Comitato Tecnico Organizzativo al fine di affrontare il tema della sede e delle regole di partecipazione economica e finanziaria.
Coordinamento provinciale PD Vco




permalink | inviato da vcoblog il 26/11/2007 alle 11:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


20 novembre 2007

SABATO 24 NOVEMBRE ANCHE NEL VCO SARA' ELETTO IL COORDINATORE PROVINCIALE DEL PD

Si eleggeranno sabato 24 novembre, in contemporanea in tutta Italia, i coordinatori provinciali del Partito Democratico.
Come deciso a Milano dall’assemblea costituente nazionale il 24 novembre in ogni provincia gli eletti nelle assemblee costituenti regionale e nazionale eleggeranno a maggioranza assoluta dei presenti il Coordinatore provinciale.
In base a questo regolamento sabato 24 novembre gli aventi diritto ad eleggere il coordinatore provinciale del Pd del Vco saranno i seguenti eletti:
Barassi Marino, Bevacqua Assunta, Bienati Barbara, Borghi Enrico, Cattaneo Franco, Garlassi Paolo, Gebbia Alessandra, Giudici Mauro, Giuliani Cristina, Pesce Francesco, Nobili Alberto, Pereno Sergio, Magistrini Silvia, Marchionini Silvia, Pattoni Roberto, Piemontesi Sara, Ravaioli Paolo, Reschigna Aldo, Vanni Giorgio, Vesci Irene, Zoppi Massimo, Zucchi Margherita.
A guidare il Partito Democratico sarà inoltre un Coordinamento Provinciale, composto dai suddetti eletti nelle assemblee costituenti, nonché dai Sindaci e dai Capigruppo Consiliari del PD nei Comuni capoluogo, dai Presidenti di Provincia e dai capigruppo provinciali del PD, dai consiglieri regionali.




permalink | inviato da vcoblog il 20/11/2007 alle 11:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


19 novembre 2007

L'ASSESSORE REGIONALE ALLA MONTAGNA GIOVEDI' A CREVOLADOSSOLA

CREVOLADOSSOLA Giovedì 22 novembre 2007 ore 21.00 
Aula Magna
scuola Media Statale “F.lli Casetti”
Le proposte del Partito Democratico:
La Montagna è per tutti?
Assemblea pubblica con:
Bruna SIBILLE,
Assessore alla Montagna, regione Piemonte
Partecipano:
Diego CARETTI Assessore provinciale alla Montagna, Stefano COSTA Sindaco di Baceno, Silvia MARCHIONINI Sindaco di Cossogno, Paolo RAVAIOLI Presidente della Provincia, Aldo RESCHIGNA Consigliere regionale, Marco TRAVAGLINI
Consigliere regionale
Modera: Roberto
CONTI
PER CONTATTI: tel. 0323 401272 e-mail: pdemvco@gmail.com




permalink | inviato da vcoblog il 19/11/2007 alle 11:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     gennaio       
 

 rubriche

Diario
Cultura
Sanità
Comuni
Provincia VCO
Incontri
Turismo, Montagna, Ambiente
John Belushi

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Associazione Perchè No?
DS nazionale
Rockit
Comune di Omegna
Comune di Verbania
Parco della Fantasia
Forum Omegna
Ulivo nazionale
Le salite del VCO
Associazione ciclistica funtosbike
La lista unitaria per le elezioni Europee

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom